Pelle sensibile: come riconoscerla?


08 October 2018

Normale, grassa, secca, mista e sensibile. Ogni tipo di pelle ha caratteristiche specifiche, che dipendono sostanzialmente da tre fattori, nello specifico:

– il livello di idratazione, ovvero il contenuto di acqua dei tessuti cutanei;

– la quantità di sebo prodotto;

– la sensibilità, cioè il modo in cui reagisce la pelle in risposta a fattori esterni come per esempio agenti atmosferici (freddo, vento, sole) o l’applicazione di creme e cosmetici.

Seppur vi siano delle regole generali per la cura della pelle che contemplano l’utilizzo costante di un filtro solare ad ampio spettro in grado di bloccare l’azione nociva dei raggi UVA e UVB, il mantenimento di un’idratazione adeguata ed una detersione quotidiana accurata, ogni tipologia di pelle necessita di attenzioni specifiche, utili a soddisfare le esigenze che la cute manifesta.

Vediamo nello specifico caratteristiche, cause e trattamento della pelle sensibile.

Caratteristiche della pelle sensibile

Generalmente, la pelle sensibile risulta essere più sottile e delicata, talvolta traslucida (una caratteristica comune nelle popolazioni originarie del Nord Europa). I vasi sanguigni possono essere vicini alla superficie cutanea, motivo per cui la pelle tende ad arrossarsi ed i capillari a risultare visibili (soprattutto su naso e guance). Inoltre, non è rara la presenza di allergie a cibo, polvere, pollini o animali.

Chi ha la pelle sensibile, infine, può soffrire più facilmente di disturbi infiammatori quali dermatite atopica, eczema, psoriasi e rosacea.

In sintesi, la pelle sensibile è riconoscibile in quanto presenta manifestazioni quali:

– formicolio, pizzicore, prurito;

– sensazione di calore e/o bruciore;

– rossore;

– macchie cutanee;

– secchezza;

– screpolature o desquamazioni;

– elevata reattività (si irrita facilmente in risposta ai cambiamenti ambientali o all’utilizzo di nuovi cosmetici).

Cause

Le cause della pelle sensibile possono essere genetiche o ambientali.

Nel primo caso, la sensibilità cutanea è determinata dal nostro DNA (il che significa che nasciamo già con questo tipo di pelle), mentre nel secondo è causato da fattori ambientali che hanno portato la pelle a diventare più sensibile.

Tra i fattori ambientali, la causa numero uno è l’inquinamento, che danneggia il film idrolipidico (ovvero la naturale pellicola protettiva composta da acqua e grassi che ricopre la superficie della nostra pelle) rendendo la cute più vulnerabile all’azione di batteri, microrganismi e sostanze irritanti.

La seconda causa più comune sono le reazioni avverse a prodotti o ingredienti cosmetici utilizzati per la cura della pelle (come profumi, coloranti, conservanti e parabeni), che possono risultare troppo aggressivi.

Tra le altre cause della pelle sensibile rientrano inoltre agenti atmosferici quali esposizione a vento, caldo secco, freddo eccessivo, il ricorso a procedure mediche traumatizzanti (come il resurfacing con laser, una tecnica che vaporizza gli strati superficiali dell’epidermide), fumo, alcol e caffeina, stress, cambiamenti ormonali, la presenza di malattie infiammatorie, particolari scelte dietetiche e alcuni trattamenti farmacologici.

Trattamento

Il trattamento della pelle sensibile richiede di riparare e rafforzare il film idrolipidico e consentire nel contempo di lenire e calmare la pelle.

La migliore strategia è quindi utilizzare prodotti in grado sia di difendere la pelle dall’attacco degli agenti irritanti, sia di ricostruire la barriera cutanea. Tra questi rientrano due attivi per il controllo della flora batterica cutanea:

– l’Alfa-glucan oligosaccaride, che svolge un’azione selettiva nei confronti dei batteri cutanei, impedendo l’adesività di staphylococcus aureus (un batterio naturalmente presente sulla pelle delle persone che, in presenza di barriera danneggiata, può comportare l’insorgenza di infezioni o reazioni avverse), senza influenzare il pH cutaneo;

– il CollagenTripeptide, che penetra in profondità nello strato corneo e trattiene le riserve d’acqua naturalmente presenti nell’epidermide, stimolando la produzione di collagene.

Scegliendo prodotti adeguati e adottando una skincare viso efficace e positiva (basata sul virtuoso binomio “detersione e idratazione”) è possibile beneficiare non solo di un’importante riduzione dei i sintomi legati alla pelle sensibile, ma anche di un miglioramento evidente della salute e della bellezza cutanea.

Contattaci


Il tuo messaggio è stato spedito correttamente