La dieta detox che fa bene alla pelle


12 March 2019

Al solo sentir parlare di disintossicazione vediamo automaticamente aumentare i nostri livelli di energia. E questo perché non è solo il peso e il corpo a risentire degli effetti benefici di un periodo detox, ma è anche la nostra pelle, soprattutto quella del viso che appare più luminosa, rimpolpata e vellutata. Sì, perché dopo un periodo di di cene con gli amici, aperitivi, e magari anche fumo e alcool, ciò di cui abbiamo più bisogno è di liberarci dagli eccessi e sentirci nuovamente padroni della nostra pelle. È del tutto normale che i vizi si traducano in irritazioni, rossori, brufolini e impurità, così come occhiaie e gonfiori (soprattutto nella delicata zona perioculare). Quel che serve è fare pulizia! Ma come? Con un programma che aiuti a purificare la pelle, eliminare le tossine e contrastare i radicali liberi.

I nemici della pelle

Zuccheri e grassi sono i nemici numero uno della nostra pelle. Immaginate come piccoli granelli di queste sostanze nocive “caramellino” le fibre elastiche della pelle rendendole rigide, causando un invecchiamento precoce e spianando la strada alle rughe. Scommettiamo che l’immagine che vi abbiamo appena fornito non è di vostro gradimento! Ecco perché questa situazione pericolosa ha bisogno di essere fermata.

Inoltre, i tanto amati-odiati zuccheri causano l’aumento di insulina nel corpo – i cosiddetti picchi glicemici – accrescendo la quantità di oli che la pelle secerne, occludendo i pori e provocando punti neri e brufoletti. Ma non è finita, perché nel frattempo il corpo si è “surriscaldato” cercando di smaltire le tossine in eccesso sudando e, come sappiamo molto bene, il sudore, mischiato a queste impurità, ne crea di ulteriori, sfogandosi sulla pelle e creando chiazze rosse e rosacea. In questo caso si parla di glicazione, e cioè di una reazione cutanea agli eccessi di zucchero.

La tavola ideale

Il mix di cereali integrali e legumi svolge un’azione prebiotica ideale alla disintossicazione perché crea un terreno favorevole alla proliferazione di batteri buoni “amici” della nostra pelle. Anche il pesce, come il salmone e le alici, che contiene Omega3 ad azione antinfiammatoria è ideale durante il periodo detox, ma attenzione a cucinarlo in modo semplice.

Naturalmente la prima regola da seguire è una corretta idratazione: non farti mai mancare 8 bicchieri di acqua al giorno. Puoi aiutarti anche con frutta e verdura (scegli quella di colore giallo-arancione oppure verde), un’ottima fonte di vitamina A, utile contro la secchezza della cute: i pomodori, gli spinaci, le arance e il radicchio contengono moltissima vitamina C, fondamentale per la produzione del collagene. E poi puoi gustarti uno yogurt che, oltre ad essere uno snack gustoso, favorisce un regolare funzionamento dell’intestino evitando l’accumulo di tossine. Puoi infine aiutare il tuo corpo e la tua pelle con un integratore a base di lievito vivo di birra che contiene rame e zolfo, due minerali essenziali per la pelle, oltre che acido folico, e vitamina B, indispensabili per la duplicazione cellulare.

Quei “trucchi” in più

Durante il tuo periodo detox (sappi che dovrebbe durare almeno 21 giorni) concediti dei bagni caldi con il sale: è drenante, modellante e libera i tessuti del nostro organismo dalla ritenzione idrica; non saltare mai l’appuntamento con la detersione (specialmente se hai “abusato” del makeup) e prova una buona lettura con una maschera sul viso per alleggerire la pelle stressata: questo prodotto ha infatti un’azione cosmetica potenziata rispetto alla classica crema viso. Ricca di acido ialuronico è formulata appositamente per fornire in soli 3 minuti un’idratazione intensiva alla pelle secca e disidratata, un nutrimento specifico e un aspetto luminoso e fresco al viso. Puoi utilizzarla come trattamento urto, dopo una giornata all’aria aperta, oppure come coccola di bellezza per la pelle stanca e provata perché nutre in profondità e incrementa le difese naturali dell’epidermide.

Contattaci


Il tuo messaggio è stato spedito correttamente